Campagna vaccinazioni anti Covid-19, seconda dose di farmaco per 130 residenti ultraottantenni di Manoppello

A sottoporsi alla vaccinazione, a tre settimane dalla prima iniezione, saranno i cittadini che avevano ricevuto la prima dose del farmaco “COVID-19 Vaccine Moderna mRNA -1273” il 3 marzo

Data:
30 Marzo 2021
Immagine non trovata

Appuntamento mercoledì 31 marzo con la somministrazione della seconda dose del vaccino anti Covid-19 per 130 ultraottantenni di Manoppello. A sottoporsi alla vaccinazione, a tre settimane dalla prima iniezione, saranno i cittadini che avevano ricevuto la prima dose del farmaco “COVID-19 Vaccine Moderna mRNA -1273” il 3 marzo.

Avvertiti telefonicamente dalle assistenti sociali del Comune, i grandi anziani della città si recheranno scaglionati dalle ore 15 nei locali comunali della scuola primaria di Manoppello Scalo, in via Staccioli dove è stato allestito un centro di vaccinazioni temporaneo in cui opereranno medici ed infermieri della Asl di Pescara mentre volontari della Protezione Civile cittadina saranno impegnati nelle attività di supporto della popolazione.

Per le vaccinazioni domiciliari degli over 80 e dei soggetti fragili sarà direttamente la Asl competente a dare indicazioni ai soggetti interessati. “Di concerto con l’azienda sanitaria, il Comune continua a fare il possibile perché tutto si svolga nel migliore dei modi. Fino ad oggi sono 349 gli over 80 di Manoppello che hanno ricevuto la prima dose di vaccinohanno spiegato il sindaco Giorgio De Luca e l’assessore alle Politiche sociali Giulia De Lellis – ma insieme a loro abbiamo vaccinato a Manoppello anche i grandi anziani di Rosciano, Serramonacesca e Lettomanoppello. Si tratta sempre di persone che hanno trasmesso la propria manifestazione d’interesse sull’apposita piattaforma regionale tra gennaio e febbraio 2021. Per chi si è iscritto a marzo siamo in attesa di indicazioni. L’auspicio è che presto, non appena i passaggi burocratici ed istituzionali saranno compiuti, si possa attivare un centro vaccinale territoriale “Spoke”, secondo il modello organizzativo stabilito da Regione e Governo. Ribadiamo l’invito – hanno concluso De Luca e De Lellis - alla massima prudenza e a rispettare le misure di sicurezza come il distanziamento interpersonale, l'utilizzo della mascherina e l'igiene delle mani e ad evitare assembramenti nelle aree verdi, nelle piazze, davanti ai locali e a tutela della salute pubblica”.

Ultimo aggiornamento

Martedi 30 Marzo 2021