Edilizia residenziale pubblica, lavori in corso nell'edificio di via Cocchia

La palazzina ATER di Manoppello, realizzata negli anni sessanta, è interessata da un intervento di adeguamento e riqualificazione che metterà in sicurezza la struttura sotto l’aspetto anti-sismico

Data:
23 Marzo 2021
Immagine non trovata

Valutare lo stato dell’arte degli interventi in corso sulle case popolari di via Cocchia a Manoppello e prevedere alcune migliorie. Si è svolto nei giorni scorsi un incontro fra il sindaco Giorgio De Luca e il presidente dell’Ater di Pescara Mario Lattanzio che hanno visitato il cantiere insieme ai tecnici dell’azienda che gestisce l’edilizia residenziale pubblica.

 

La palazzina Ater di Manoppello, realizzata negli anni sessanta, dopo essere stata sgombrata nel 2018, è a tutt'oggi interessata da un robusto intervento di adeguamento e riqualificazione che metterà in sicurezza la struttura sotto l’aspetto anti-sismico.

 

In particolare sono stati rinforzati pilastri, travi, scala e solaio attraverso soluzioni che miglioreranno la capacità deformativa dell’immobile in caso di calamità, incrementandone la resistenza al sisma.

L’edificio, che si sviluppa su tre piani a cui si aggiungono il piano terra e un sottotetto, tutti collegati da una scala centrale, è suddiviso in otto appartamenti di circa 65 metri quadrati ciascuno. Una volta terminato l’intervento, la palazzina del centro storico riaccoglierà le famiglie assegnatarie, ora in autonoma sistemazione, mentre si provvederà a nuovo bando per assegnare le restanti abitazioni.

“Continuiamo a investire sull’edilizia residenziale pubblica anche in provincia – ha detto il presidente Ater Mario LattanzioNel caso di Manoppello, grazie a circa 200mila euro di fondi PAR-FAS Abruzzo 2007/2013, stiamo per concludere i lavori di riqualificazione ed adeguamento sismico della palazzina di via Cocchia che presto restituiremo alla collettività”.

La fine lavori è prevista per le prime settimane di maggio.  

 

“Presto il Comune tornerà nella disponibilità degli alloggi di via Cocchia in cui potranno finalmente rientrare le famiglie assegnatarie che nel 2018 avevano dovuto traslocare. Abbiamo chiesto all’Ater, ricevendo rassicurazioni in tal senso, - hanno spiegato il sindaco Giorgio De Luca e l’assessore all’Edilizia residenziale pubblica Giulia De Lellis - di prevedere, oltre agli interventi strutturali, anche altri lavori di miglioria dell’edificio a partire dalla sistemazione degli infissi esterni ed interni e di adottare piccoli accorgimenti nella sistemazione degli appartamenti al fine di riconsegnare non solo delle abitazioni sicure ma anche più vivibili. Siamo certi che il presidente Mario Lattanzio raccoglierà il nostro invito e lo ringraziamo per la disponibilità e per il lavoro che gli uffici dell’Ater stanno portando avanti”.

Ultimo aggiornamento

Martedi 25 Maggio 2021