Un pozzo profondo sette metri e largo uno, in disuso da almeno 50 anni e da allora chiuso, si è scoperto lungo la careggiata di via Milite Ignoto.

Grazie alla pronta segnalazione di un cittadino, l’Amministrazione ha provveduto a contattare d’urgenza la ditta Napoleone che si è resa disponibile a mettere in sicurezza l’area e ad eliminare tutti i rischi per la pubblica incolumità.

Data:
24 Gennaio 2021
Immagine non trovata

Il sottosuolo di Manoppello ha rivelato un’inaspettata sorpresa stamane, domenica 24 gennaio. Un pozzo d’acqua a mattoni profondo sette metri e largo uno, in disuso da almeno 50 anni e da allora chiuso; si è scoperto lungo la careggiata di via Milite Ignoto. A notarlo un residente nella zona, Massimo Sini che ha avvertito il Sindaco ed alcuni Assessori e segnalato l’anomala voragine con tavole e nastri.

Grazie al pronto interessamento del cittadino, che ringraziamo per il senso civico mostrato; l’Amministrazione ha provveduto a contattare d’urgenza la ditta Napoleone che si è resa disponibile a mettere in sicurezza l’area e ad eliminare tutti i rischi per la pubblica incolumità.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Manoppello.

Il pozzo, che si è conservato perfettamente, secondo alcuni residenti potrebbe essere stato ricoperto più di cinquant’anni fa, quando nella zona è stata realizzata la strada, oggi arteria molto frequenta da runner e cittadini che amano passeggiare all’aria aperta.

Fortunatamente quella di oggi si è rivelata solo un’inaspettata scoperta che non ha avuto gravi conseguenze, né provocato incidenti e danni a persone o cose. Un evento che però deve far riflettere sull’importanza che tutti i lavori devono realizzati con la massima attenzione e senza lasciare nulla al caso.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 05 Febbraio 2021