26 novembre 1956 - 26 novembre 2020

Il 26 novembre del 1956 giunsero a Pescara, nella cattedrale di San Cetteo, le prime salme dei minatori abruzzesi scomparsi nell’incendio della miniera di Bois du Cazier a Marcinelle, in Belgio, l’8 agosto dello stesso anno

Data:
26 Novembre 2020
Immagine non trovata

Il 26 novembre del 1956 giunsero a Pescara, nella cattedrale di San Cetteo, le prime salme dei minatori abruzzesi scomparsi nell’incendio della miniera di Bois du Cazier a Marcinelle, in Belgio, l’8 agosto dello stesso anno.

La cerimonia funebre si svolse il giorno successivo.

Morirono 262 lavoratori di dodici diverse nazionalità, tra cui 136 italiani. Di questi 62 erano abruzzesi.

Sessantaquattro anni dopo il rientro in Patria delle salme dei minatori caduti, è doveroso stringersi idealmente accanto alle famiglie dei minatori di Manoppello e d’Abruzzo e tenere viva la memoria di quella tragedia tra i momenti più drammatici di un’intera epopea migratoria.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 04 Febbraio 2021