Appuntamento a Manoppello con Accendiamo il Medioevo, il Festival contemporaneo ed errante tra eremi, borghi, torri e campanili

Il critico d'arte Vittorio Sgarbi fra gli ospiti della rassegna itinerante che si pone l’obiettivo di accrescere la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio storico-culturale abruzzese e che permetterà di esaltare elementi identitari e culturali di Manoppello a partire dall’Abbazia di Santa Maria Arabona.

Data:
27 Agosto 2020
Immagine non trovata

Fa tappa a Manoppello sabato 29 e domenica 30 agosto il festival contemporaneo ed errante tra eremi, borghi, torri e campanili “Accendiamo il Medioevo” diretto da Licio Di Biase che coinvolge 13 comuni del Pescarese. La rassegna, che si pone l’obiettivo di accrescere la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio storico-culturale abruzzese, permetterà di esaltare elementi identitari e culturali di Manoppello a partire dall’Abbazia di Santa Maria Arabona. Proprio il duecentesco insediamento cistercense, fra i primi in Abruzzo, sarà al centro delle visite guidate e dell’intervento di Vittorio Sgarbi, critico d’arte, docente e parlamentare della Repubblica Italiana, chiamato a ragionare sui temi della bellezza e dell’identità dei luoghi.

 

Ricco il programma della manifestazione che parte sabato 29, quando nell’ ex Convento di San Francesco-Chiesa di San Lorenzo sarà inaugurata la mostra di grafica “Immagini dall’Abruzzo” dell’artista pescarese Mimmo Sarchiapone, alla presenza dell’autore, del sindaco Giorgio De Luca e dell’assessore Giulia De Lellis. Sempre sabato, dalle ore 17 alle ore 19, si svolgeranno visite guidate gratuite a cura dell’Associazione culturale musicale Arabona presieduta da Frank William Marinelli che permetteranno di conoscere la storia, la peculiare architettura abbaziale, gli antichi arredi (come il cero pasquale in pietra bianca di sei metri del XIII secolo), i preziosi dipinti dell’Abbazia di Santa Maria Arabona e le sue immediate vicinanze dove ci sono i resti di una villa di epoca romana. A seguire, spazio al recital “spiritualità e luoghi della poesia” con la lettura di liriche a cura di Nicola D’Angelo e Alessio Sabatini Sciarroni nel parco di Santa Maria Arabona. La serata si concluderà in centro storico (piazza Garibaldi, ore 21.15) con il concerto del gruppo dei BaRockaround, la band composta da Roberto De Grandis (flauto), Abramo Riti (hammond) e Andrea Ciaccio (batteria) che si ispira alla grande musica barocca spingendosi verso le sonorità jazz, fusion, swing, progressive rock.

 

Domenica 30 agosto è atteso l’intervento di Vittorio Sgarbi che, dopo aver visitato la Chiesa di Santa Maria Arabona e la basilica del Volto Santo di Manoppello discuterà sul tema “Manoppello e il suo Patrimonio Culturale”. All’incontro, che si svolgerà all’aperto in piazza Garibaldi, alle 19,30) coordinato dal direttore artistico del Festival Accendiamo il Medioevo, prenderanno parte il presidente del Consiglio Regionale dell’Abruzzo Lorenzo Sospiri, del presidente del Parco della Majella Lucio Zazzara, del sindaco di Manoppello Giorgio De Luca e dell’assessore comunale Giulia De Lellis. La serata si concluderà sempre in piazza Garibaldi (dalle ore 21,15) con il concerto della Compagnia informale di Canto Popolare “Abruzzo Forte e Gentile”, con la Ud’A Cult Band, nata nel 2013 con l'obiettivo di salvaguardare e valorizzare la canzone popolare abruzzese.

 

Nel corso delle due serate (dalle ore 18 alle ore 24), sarà possibile degustare piatti tipici nei locali del centro storico di Manoppello e nello spazio allestito per l’occasione dalla Corporazione dei “Saperi e Sapori” – AIES Abruzzo. Ingresso libero fino ad esaurimento posti nel rispetto delle vigenti norme anti-Covid.

È necessaria la prenotazione inviando un messaggio al numero 348.8286229 oppure inviando una mail a segreteria.dibiase1@gmail.com o contattando il Comune di Manoppello al numero 353.3157110.

 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 21 Settembre 2020