Tari

Data:
22 Giugno 2020

Per informazioni: Ufficio Tributi

Contatta l'ufficio

 

 

In allegato è possibile consultare i seguenti documenti:

  • RAGOLAMENTO
  • DELIBERA N. 44 DEL 31.03.2020
  • TARIFFE 2020
  • CALENDARIO 2020

 

Cosa deve fare il cittadino

La situazione abitativa e gli spazi occupati incidono sulla tariffa Tari.

Verificare, integrare e aggiornare i dati relativi ai propri immobili per consentire il calcolo esatto dell'imposta.

 

  • CAMBIO E/O ACQUISTO IMMOBILE

Se si acquisita o affitta un nuovo appartamento/immobile, presentare dichiarazione di nuova occupazione entro 90 giorni;

Se si cambia casa e si lascia il vecchio appartamento/immobile, presentare dichiarazione di cessazione di occupazione entro il bimestre corrente.

La dichiarazione di cessazione non deve essere presentata se nell'immobile rimangono utenze attive (es. luce, gas, acqua). Infatti in questo caso si dovrà continuare a pagare la Tari.

 

  • VARIAZIONI DI METRATURA

Comunicare le variazioni di metratura in aumento dell’ appartamento/immobile entro 90 giorni;

Comunicare le variazioni di metratura in diminuzione dell’ appartamento/immobile nel bimestre corrente o nel bimestre nel quale si verifica la variazione;

Comunicare la fusione di 2 o più unità immobiliari o il loro frazionamento e riportare i dati catastali dell’immobile delle nuove unità;

 

  • VARIAZIONI OCCUPANTI

Vanno dichiarate le variazioni di chi non è residente e/o di chi non rientra nel  nucleo familiare registrato all'Anagrafe.

 

 

Come si calcola la tariffa sui rifiuti - TARI 

 

Utenze domestiche

La tariffa sui rifiuti è così composta:

  • una quota fissa, per il calcolo della quale bisogna moltiplicare i metri quadrati dell'immobile (determinati sulla base della superficie calpestabile) per la tariffa corrispondente al numero degli occupanti dello stesso. Se l'intestatario dell'utenza è residente nell'immobile, quest'ultimo dato viene reperito negli archivi anagrafici del Comune e corrisponde al numero dei componenti il nucleo familiare.
  • una quota variabile,

Le tariffe relative l'anno 2020 (deliberazione della Giunta comunale n. 44 del 31.03.2020) sono consultabili nell'allegato 1.

 

 Esempio di calcolo TARI

Consideriamo il caso di 1 nucleo familiare, con 3 componenti e abitazione di 100 m²

 

Ipotizziamo inoltre che il Comune abbia deliberato le seguenti tariffe:

tariffa parte fissa:  1,10 euro

tariffa parte variabile la parte variabile (corrispondente a 3 componenti): 163,27 euro

quota provinciale: 5%

 

Secondo la modalità corretta di calcolo si ottiene quanto segue:

parte fissa TARI = 1,10 euro * 100 m² =  110 euro

parte variabile TARI = 163,27 euro

quota provinciale = 0,05 * (110+163,27) = 13.66 euro

totale TARI = 110 + 163,27 + 13,66 = 286,93 euro

 

Utenze non domestiche

Anche per le utenze non domestiche la tariffa sui rifiuti si compone di una quota fissa e di una quota variabile, per il calcolo delle quali bisogna tener conto dei metri quadrati dell'immobile occupato e della tipologia di attività che viene svolta all'interno dello stesso. Per il dettaglio delle tariffe si rimanda all'allegato alla delibera di approvazione delle tariffe (deliberazione della Giunta comunale n. 44 del 31 marzo 2020).

 

Agevolazioni

Ai sensi dell’art.1, comma 659, della legge n. 147/2013, la TARI è ridotta nelle seguenti ipotesi:

 

  1. abitazioni in cui è presente un portatore di handicap con i requisiti di cui all’art.3, comma 3, della legge 104/92: riduzione del 20 %;
  2. abitazioni il cui unico occupante è stabilmente residente in case di cura: riduzione del 20%;
  3. fabbricati rurali strumentali il cui proprietario per la stessa unita’ immobiliare risulta esentato dal pagamento IMU e/o TASI : riduzione del 10%
  4. riduzioni “ulteriori” per le utenze domestiche, come segue:
  •  30% unico occupante
  •  30% residente estero
  •  30% residente altro Comune
  •  30% attività agricole
  •  10% compostaggio domestico per nucleo familiare fino a 3 (tre) componenti
  •  20% compostaggio domestico per nucleo familiare da 4 (quattro) e oltre componenti

 

Le riduzioni sopra indicate, competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandate contestualmente alla dichiarazione di inizio occupazione/detenzione o possesso o di variazione, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione.

 

 

Modulistica

Scaricare, compilare e inviare il modulo corrispondente alla pratica da avviare.
 

Importante: le utenze non domestiche hanno l'obbligo di utilizzare esclusivamente il canale PEC oppure i servizi online.

 

Email: protocollo@comune.manoppello.pe.it

Pec: comunemanoppelloprotocollo@legalmail.it

 

Tari Casa - utenze domestiche

  • Dichiarazione Nuova Occupazione
  • Dichiarazione Variazione
  • Dichiarazione Cessazione

 

Tari Lavoro - utenze non domestiche

  • Dichiarazione Nuova Occupazione
  • Dichiarazione Variazione
  • Dichiarazione Cessazione